La gestione degli alberi monumentali PDF Stampa E-mail

E' innegabile, abbiamo un debole per gli alberi monumentali.

Un albero monumentale è una pianta contraddistinta da particolari requisiti di età, dimensioni, portamento o forma, storia, posizione o rarità botanica, e sovente per la concomitanza di essi, che la rendono meritevole di essere censita e tutelata. In particolare, dopo l'emissione del D. Lgs. 26 marzo 2008 n. 63 che ha apportato modifiche al D. Lgs. n. 42/2004 “Codice dei beni culturali e del paesaggio” gli alberi monumentali  sono inseriti esplicitamente e a pieno titolo tra quei beni immobili che possono essere dichiarati di notevole interesse pubblico e annoverati nell’elenco dei beni paesaggistici, al pari dei complessi archeologici, delle ville, dei castelli e dei centri storici di maggior pregio.

Si tratta di beni delicati, veri e propri monumenti viventi molto spesso difficili da gestire e curare, per i quali la sola protezione passiva (intesa come apposizione di un vincolo per evitarne la manomissione) non è sufficiente. Una pianta vetusta lasciata a se stessa può schiantare anche sotto il suo stesso peso. Fortunatamente, però, un occhio allenato può individuare i sintomi che precedono il cedimento, che raramente è "fortuito" o imprevedibile.

Sovente il problema per la committenza è individuare quale possa essere il percorso per effettuare una gestione efficace di queste piante. Per questo motivo, negli ultimi anni abbiamo affiancato alcune Pubbliche Amministrazioni con un servizio di gestione globale della pianta, nel quale si coniugano alcune tra le eccellenze al momento disponibili sul mercato dell'arboricoltura ornamentale: valutazione della stabilità, treeclimbing, escavazione ad aria ed a risucchio, impiego di micorrize, ecc.

Quindi... affidateci i vostri grandi alberi!

 
Design by Next Level Design Lizenztyp CC